NOVITA’ SU RISCHIO ESPOSIZIONE A POLVERI DA LEGNO DURO

Vi informiamo che il 24 giugno 2020 è entrato in vigore il D.Lgs. n. 44/2020 che, tra i vari aspetti, amplia l’elenco delle sostanze classificate cancerogene ed introduce nuovi valori limite di esposizione professionale.

Per quanto riguarda l’esposizione alle polveri di legno duro, il valore di 5 mg/m3 è stato ridotto a 3 mg/m3, e da gennaio 2023 il limite sarà ulteriormente ridotto a 2 mg/m3.

Ricordiamo che le polveri vengono classificate in 3 categorie in base alla dimensione delle particelle disperse in aria:

  • Polveri Inspirabili: entrano nel naso e nella bocca;
  • Polveri Toraciche: penetrano oltre la laringe;
  • Polveri Respirabili: penetrano nei bronchioli.

Numerosi studi hanno dimostrato che le polveri dei cosiddetti legni duri sono potenzialmente cancerogene, le polveri di legni teneri invece non sono potenzialmente cancerogene; l’elenco di queste ultime è riportato nella monografia n. 62 sulla valutazione dei rischi cancerogeni per la salute umana “Wood Dust and Formaldehyde” dello IARC, Lione 1995 e “Wood Dust” IARC 2012.

Estratto Monografie IARC Vol. 62 (1995)

HARDWOOD (Legno Duro)

Genere e specie Nome comune inglese Nome comune italiano
Acer Maple Acero
Alnus Alder Ontano
Betula Birch Betulla
Carya Hickory Hickory
Carpinus Hornbeam, white beech Carpino o faggio bianco

SOFTWOOD (Legno dolce)

Genere e specie Nome comune inglese Nome comune italiano
Abies Fir Abete
Chamaecyparis Cedar Cedro
Cupressus Cypress Cipresso
Larix Larch Larice
Picea Spruce Picea-Abete
Pinus Pine Pino
Pseudotsuga menziesii Douglas fir Douglas
Sequoia sempervirens Redwood Sequoia

Oltre alle dimensioni delle particelle di legno e alla tipologia di legno, un altro parametro che definisce la pericolosità di quest’ultime è l’effettiva esposizione al rischio. La normativa stabilisce delle differenti soglie limite:

  • TLV-TWA (Threshold Limit Value – Time Weight Average): concentrazione riferita ad una giornata lavorativa di 8 ore ed a una settimana di 40 ore a cui un lavoratore può essere esposto in modo continuo senza sviluppare patologie;
  • TLV-STEL (Threshold Limit Value – Short Time Exposure Limit): concentrazione media ponderata nel tempo di 15 minuti che non deve essere superata in qualsiasi momento durante la giornata lavorativa;
  • TLV-C (Threshold Limit Values – Ceiling): concentrazione che non deve essere mai superata durante qualsiasi momento dell’attività lavorativa.

Il Datore di Lavoro che all’interno della propria attività utilizza legno è tenuto a valutare il rischio al quale i lavoratori sono esposti, per fare questo deve rispettare una serie di adempimenti:

  • Documento di Valutazione dei Rischi (DVR): partendo dai dati ottenuti con le indagini ambientali, deve prevedere la valutazione specifica del rischio cancerogeno in seguito all’esposizione a polveri provenienti dalla lavorazione di legno.
  • Dispositivi di protezione respiratori (DPI respiratori): Il Datore di Lavoro deve tutelare i propri lavoratori con l’adozione di dispositivi di protezione, prediligendo quelli collettivi (DPC), come ad esempio gli impianti di aspirazione, a quelli individuali (DPI), come le mascherine e facciali filtranti.
  • Informazione/formazione: ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 21.12.2011 va attuata la formazione specifica per il rischio al quale il lavoratore è esposto.
  • Sorveglianza sanitaria: il protocollo sanitario deve prevedere accertamenti specifici per l’esposizione a polveri di legno.
  • Registro di esposizione: nelle aziende in cui vi sono lavoratori esposti a polveri classificate cancerogene deve essere presente e adeguatamente aggiornato il registro degli esposti che va inviato in copia all’INAIL e all’organo di vigilanza competente nel territorio.
  • Indagini ambientali: Le indagini ambientali vanno considerate come parti integranti della valutazione dei rischi e vanno intese come indicatrici importanti delle condizioni ambientali.

Qualora la Vostra azienda rientri tra quelle a rischio cancerogeno o comunque ritenete opportuno valutarlo, Estintek srl si rende disponibile ad effettuare un sopralluogo al fine di verificare le condizioni di lavoro e pianificare eventuali adempimenti di legge.

X